S. Valentino

Cinquanta sfumature

«È finita, mr Grigio!»
«No, miss Acciaio, aspetta!»
«Senti: mi sono fatta frustare, l’abbiamo fatto su una tavola chiodata, a testa in giù, coi capelli immersi nella pece; guarda, ho accettato anche di vestirmi da scolaretta e farmi sculacciare col Luperini. Ma cosa diavolo è questa
Ti regalerààà dentro il cammino dell’etààà …
«Hai detto che volevi provare qualcosa di crudele!» sbraitò Grigio.
Una spiaggia dove il sole il giorno dopo arriverààà …
«No, Grigio, questa non è crudele. Questo è disumano. Addio.» La porta sbatte con violenza.
E ti stringerà d’inverno dentro un cinema in cittààà …

Tuailàit

Bella accarezzò la gelida pelle di Ed. – Trasformami. Voglio essere come te.
Ed inarcò un sopracciglio. – Intendi morta? Senza bere o mangiare per sempre? Osservando il mondo che conosci mentre lentamente si distrugge?
– Sì, – sospirò Bella, – perché ti amo.
Ed si alzò. – Finiamola qui.
– Cosa?! Ma perché?
– Perché sei stupida.
E Bella non rivide mai più il suo Ed.

Amore eterno

Il vampiro alzò il calice. – Cento di questi giorni, amore mio.
Dall’altra parte del lungo tavolo imbandito, lo scheletro gli sorrise coi denti marci.

.