Racconti in piccole dosi da assumere: in treno; in fila alla posta; tra un capitolo e l’altro di quel tomo da seicento pagine che state leggendo; mentre aspettate che la vostra anima gemella scenda di casa; mentre siete assorti o assorte in altre assai meno poetiche operazioni fisiche, che potranno sembrarci volgari, ma che certamente ricordano la democratica umanità che ci fa da sostanza.

Effetti collaterali: moti cerebral-onirici inattesi, sia notturni che diurni; generazione spontanea di ulteriori trame.

E ora mi taccio, che le cento parole galoppano veloci verso di noi.

 

 For sale. Baby shoes. Never worn.

(H. Hemingway)